Feat-Targa-DSCF6741-19

In ricordo dei lavoratori italiani

Il 2 e 3 Maggio scorsi, l’A.N.F.E. si è recata in missione in Belgio con un importante obiettivo: affiggere la targa commemorativa dell’azione dell’A.N.F.E. a Le Bois du Cazier, la miniera di Marcinelle dove persero la vita 136 minatori italiani l’8 Agosto 1956.

Pochi giorni dopo quel triste giorno, l’A.N.F.E. era lì e la presidente provinciale Rina Morosini scriveva una lunga e accorata lettera alla presidente onorevole Maria Federici (vedi dossier fotografico).

L’evento si è inserito nella “due giorni” a Mons e a Charleroi organizzata dall’A.N.F.E. Regionale Sicilia quale attività culturali finanziate dall’Assessorato Regionale al Lavoro, alle Politiche Sociali e alla Famiglia e finanziate ai sensi dell’art. 24 della L.R. 55/80sotto l’Alto Patronato della Presidenza della Repubblica.

Dopo 58 anni dalla tragedia avvenuta nella miniera di Bois du Cazier di Marcinelle l’A.N.F.E. è ritornata sui quei luoghi apponendo la targa commemorativa con la seguente dicitura:

“I lavoratori italiani sono nella Storia e in positivo e in negativo entrano nelle vicende dei Paesi dove risiedono.”
(Maria Federici, parlamentare Costituente e fondatrice dell’A.N.F.E.).
In ricordo dei lavoratori italiani caduti nel tragico incidente di Marcinelle l’8 Agosto 1956 l’A.N.F.E. Associazione Nazionale Famiglie degli Emigrati pone questa targa commemorativa in onore delle vittime della tragedia e delle loro famiglie
1 Maggio 2014

Scarica dossier fotografico…Leggi il servizio completo…

Nella foto, a sinistra Matteo Iacovelli, vicepresidente Anfe, con Gaetano Calà, direttore generale dell’associazione
Feat-Targa-Big-DSCF6741-19